Corte Azzini
Corte Azzini

Prima di arrivare in paese, provenendo da Verona, in corrispondenza con il ponte sulla Demorta, sorge la quattrocentesca Corte Azzini. La Corte viene anche chiamata "il Palazzone", a sottolineare l’imponenza della costruzione che rimanda ad un probabile scopo di difesa. La fabbrica si articola in due corpi simmetrici, posti a lato di un torrione centrale. In particolare va segnalata la costruzione di sinistra, che è probabilmente anche stata la prima ad essere edificata: due rampe di scale contrapposte portano all’ingresso; lo stabile è impostato sui grossi volti di sostegno delle cantine e le finestre arcuate proseguono simmetriche sulla facciata del torrione, che nel tempo ha subito rimaneggiamenti. Dagli originali proprietari, i Nichesola, il complesso passò poi agli Azzini, ed è ora di proprietà dei signori Preato.